ITALIA TV

Mani e menti del Made in Italy per lo sviluppo economico

ITALIA TV. Esclusiva. Un’Acropoli nel futuro di Montalcino. Intervista ad Edoardo Milesi

Edoardo Milesi -  ITALIA TV

italiatv.it – (Intervista esclusiva di Dario Pettinelli) Col recupero del complesso di S. Agostino nel cuore di Montalcino si prefigura  una fase nuova nella storia di questa città. Nuova perchè il progetto ridisegna  il rapporto tra “gli abitanti, i luoghi e le cose, considerando la città come  punto d’incontro tra le cose materiali e i comportamenti umani”. Una sorta di  Acropoli per Montalcino e la Val d’Orcia, come negli intenti della Summer School  2015 tra Toscana, Tunisi e Roma, a cura della Scuola Permanente dell’Abitare.

Ne abbiamo parlato con l’architetto Edoardo Milesi, anima del progetto reso possibile dal finanziamento della Fondazione Bertarelli e della Regione Toscana, e che ringraziamo per averci preferito.

chiostromontalcino1

D. Architetto Milesi, da una parte la valorizzazione del patrimonio artistico ospitato nel complesso di Sant’Agostino, ma dall’altra soprattutto la rinascita di un luogo per costruire e coltivare relazioni, un luogo della partecipazione. Qual è lo stato dell’arte ad oggi?

Milesi. “Quattro mesi fa, a novembre, è stato ultimato il restauro della Chiesa e a dicembre quelli del primo lotto degli affreschi, quelli della parete nord ed est. I lavori proseguiranno fino al 2017 col finanziamento della Fondazione Bertarelli. Nei prossimi tre mesi saranno ultimati i lavori di restauro del percorso interno al monastero con il recupero del secondo chiostro e della corte interna. Subito dopo, a giugno, saranno ultimati i lavori della porzione dell’ex casa di cura che ospiterà la sede della Scuola Permanente dell’Abitare. Dopo l’estate inizieranno i lavori per il riuso della porzione dell’ex casa anziani che ospiterà la sede del Consorzio del Brunello”.

D. Un progetto che rilancerà la dimensione comunitaria della città.

Milesi. “Quando si recupera un complesso come quello di Sant’Agostino non si recuperano solo i suoi muri, ma la cultura che al suo interno pulsava. Una cultura urbana basata sull’interscambio tra quello che si produceva dentro e fuori. Molte attività diverse che si intrecciano tra loro. Attività museali con altre attività complementari (restauro, conservazione, progettazione di nuovi luoghi e nuovi arredi urbani…) che devono diventare attività normali della città”.

D. Una rinnovata partecipazione e condivisione. Quale sarà la funzione della Scuola Permanente dell’Abitare in questa fase nuova?

Milesi. “Avrà la funzione di incubatore culturale per la città di Montalcino costituendo uno spazio aperto per seminari didattici internazionali su temi diversi (architettura, cucina, musica da camera, spettacoli di strada, enologia, design, arte….); sarà ufficio di consulenza per la promozione del territorio; curerà workshop residenziali, accademia del gusto, caffè letterario… Per questo motivo le attività all’interno del complesso devono essere partecipate. Il processo partecipativo va avviato soprattutto suscitando stupore pur essendo congeniale alla gente che lo frequenta, per questo deve possedere doti di spregiudicatezza, di semplicità e di sofisticazione, di flessibilità e intercambiabilità”.

D. Il progetto di recupero nel cuore della città rinnova anche il bisogno umano dell’abitare, dell’abitare il luogo del vivere insieme; guarda ad un nuovo “noi” comunitario.

Milesi. “Perché il programma non sia un’esercitazione stilistica, ma un evento di architettura, il recupero deve essere funzionale al riuso mediante un programma di funzioni urbane necessarie e attese, per mettere l’edificio nella condizione di svolgere il suo nuovo ruolo senza perderne l’identità. Il metodo
deve essere quello della stratificazione “astilistica” in equilibrio tra tradizione e innovazione, tra passato e futuro”.

L’estate 2015 rappresenterà per Montalcino una pietra miliare della sua storia. C’è un grande futuro alle spalle di questa città e questa Acropoli rappresenterà la proiezione spaziale di un nuovo modo di “abitare insieme”.

(https://italiatv.wordpress.com/)

RIPRODUZIONE RISERVATA

Advertisements

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: